La Serenissima può essere conosciuta come una città glamour per i ricchi, ma è ancora possibile godere di un assaggio della dolce vita con un budget limitato. Dai posti dove mangiare a prezzi accessibili agli hotel economici a Venezia, ecco la nostra guida per un soggiorno a basso costo in questa città del nord Italia.

Quando si pensa a Venezia, una delle città più costose del mondo, vengono in mente gondole, bellini e hotel sfarzosi. Tuttavia, evitando certi orari e scegliendo i ristoranti più economici e gli alloggi economici di Venezia che molti visitatori ignorano, potrete vedere Venezia senza vincere la lotteria. Anzi, vedrete un lato della città dei canali che altrimenti non avreste mai visto.

Cosa vedere

Venezia è un museo a cielo aperto che si può esplorare a piedi. Aspettatevi di perdervi e godetevi l’opportunità di ammirare la bellezza sbiadita dei palazzi sui canali e dell’architettura rinascimentale. Cercate il maggior numero possibile di 400 ponti di Venezia, dal più antico, quello di Rialto, al più recente, l’arcigno Ponte della Costituzione in vetro e acciaio.

Per conoscere la realtà locale, partecipate a un tour a piedi gratuito prenotabile online, che include un suggestivo tour notturno di Piazza San Marco. Su un lato della piazza, la Basilica di San Marco, con la sua cupola, è accessibile gratuitamente, ma aspettatevi delle code se non arrivate in tempo per la messa domenicale. Per ammirare la piazza e il suo famoso campanile, fate un salto all’imponente Museo di San Marco, il cui ingresso è incredibilmente conveniente.

In cinque minuti a piedi dalla stazione ferroviaria si raggiunge lo storico Ghetto ebraico di Cannaregio, il più antico del mondo, dove la comunità ebraica di Venezia fu confinata nel XVI secolo. Le due sinagoghe dell’isola sono considerate tra le più belle dell’Italia settentrionale.

Il Venezia Unica City Pass è un modo semplice per combinare e prenotare in anticipo i trasferimenti dall’aeroporto, l’ingresso ai musei e alle attrazioni – come il Palazzo Ducale, un capolavoro gotico – e risparmiare nel frattempo.

Dove mangiare e bere

Trovare posti economici dove mangiare a Venezia è più facile di quanto si pensi. Arrivate al mercato principale di San Polo dove troverete piramidi di prodotti stagionali e regionali, dalle ciliegie e pesche dolci agli asparagi bianchi e al radicchio, costituiranno il picnic perfetto.

Un’altra opzione locale è il bàcaro, un bar con pochi posti in piedi che serve piccoli piatti conosciuti e piccoli bicchieri economici di vino locale chiamato ombra in dialetto veneziano. El Sbarlefo è uno di questi bàcari, a cinque minuti dal Ponte di Rialto. In alternativa, recatevi nel vivace Campo Santa Margherita, dove potrete sorseggiare spritz per pochi euro insieme agli studenti locali, che hanno perfezionato il modo di vivere Venezia con un budget limitato.

Nessuno parla del cibo di strada a Venezia, ma è qui agli angoli delle strade e nei ristoranti locali. Ordinate lo scartosso, popolare al takeaway Acqua e Mais, un cono di carta con frittura mista di pesce o frutti di mare dal vicino Mercato di Rialto o la loro versione vegana della polenta con verdure fritte.

Come muoversi

Parte del fascino unico di Venezia è l’assenza di strade. Arrivando in treno alla stazione di Santa Lucia, potrete raggiungere Piazza San Marco a piedi in 30 minuti. Viaggiare in gondola, spinti da gondolieri con il cappello a righe, è un modo romantico per visitare la città sull’acqua, in particolare sotto il Ponte dei Sospiri, dal nome poetico. Tuttavia, se non volete pagare quanto un biglietto aereo, compresi i taxi d’acqua, il vaporetto è un modo molto più economico per spostarsi. In alternativa, si può prendere il traghetto, il servizio di trasporto più economico del solito che attraversa il Canal Grande con una gondola che può salire e scendere da diversi punti.

Dove alloggiare

Viaggiate con i bagagli a rotelle e cercate di scegliere hotel economici a Venezia non lontani da una fermata del vaporetto. Chi avrebbe mai pensato di poter soggiornare in un antico palazzo senza spendere troppo? Vicino alla fermata del vaporetto di San Stae, nel meno conosciuto quartiere di Santa Croce, Al Ponte Mocenigo offre camere raffinate con pavimenti in marmo, travi e tessuti delicati. È inclusa una colazione a base di dolci e frutta fresca, ancora più gustosa se consumata nel grazioso cortile con pareti in mattoni.

Dall’altra parte della laguna rispetto a Piazza San Marco, alla Giudecca, il Generator Venice è un granaio trasformato in ostello che sembra più un hotel, eppure è uno dei posti più economici in cui soggiornare a Venezia: un soggiorno in un dormitorio fuori stagione costa meno di un caffè al Caffè Florian, un’istituzione veneziana di 300 anni.

E poi c’è il grande spazio all’aperto, che significa aria fresca e mangiare all’aperto sul proprio fornello portatile. Lungo la Riviera del Brenta, a 20 minuti di auto da Venezia, il Camping Serenissima è un sito verdeggiante con piazzole per camper, roulotte e tende. C’è anche un bus navetta a basso costo che vi porterà in centro.

Quando andare

Naturalmente le piccole città si riempiono di turisti in estate e durante le feste di tutto l’anno, dal Carnevale alla Biennale al festival del cinema, e i prezzi sono al massimo. Aprile è caldo e profumato (i canali possono essere un po’ pungenti nei mesi più caldi), mentre ottobre è un mese senza festival, con temperature miti e folla in diminuzione.

Contenuto liberamente ispirato a https://theculturetrip.com/europe/italy/articles/the-most-affordable-ways-to-see-venice-italy/

Ti potrebbe piacere: